OGGETTO: Reparti Mobili – Gravi criticità Richiesta incontro urgente.

Egregio Direttore,

è ormai da tempo che giungono a questa O.S., sempre più numerose e incalzanti, rimostranze da parte dei colleghi dei Reparti Mobili in merito all’orario in cui vengono esposti, e conseguentemente conosciuti, i servizi di O.P. per la giornata seguente.

Infatti, mentre fino a qualche anno fa l’uscita dei servizi giornalieri dopo le ore 13.00 era una rara anomalia nell’organizzazione amministrativa, oggi è diventata una costante: ogni giorno il personale dei Reparti, in barba alla espressa previsione dell’art. 13 comma 5 ANQ, viene a conoscenza dei servizi e dei loro orari per il giorno successivo solo in tardo pomeriggio, se non addirittura in serata.

Nei Reparti sembra di essere tornati decenni indietro nel tempo, quasi che la crescita ideologica e organizzativa, che con lungimiranza e fatica è stata costruita negli anni, sia stata accantonata, per tornare nel caos e nell’approssimazione.

E quindi, come 10 anni fa, cancellando la conquista di diritti e abrogando completamente quanto stabilito dalle norme, il collega del Reparto Mobile, in serata, quotidianamente, ancora non conosce il servizio per giorno successivo, trovandosi nella più totale impossibilità di organizzare e programmare un minimo di vita personale e familiare.

E questo, torniamo a ripeterlo, tutti i giorni, anche quando sono impiegati in servizi da tempo conosciuti e quindi ampiamente programmabili.

Siffatta condizione, protratta nei mesi e negli anni, contribuisce enormemente, per non dire causa, malessere, arrabbiature, frustrazione che facilmente generano stress e patologie ad esso correlate.

A questa ormai insopportabile situazione si aggiunge anche il fatto che, proprio per un’ approssimazione nella gestione del personale e nella programmazione dell’impiego dello stesso, costantemente vengono revocati i riposi, e i colleghi sono costretti a lavorare anche per diverse settimane consecutive.

Ma anche in questo caso, al personale dei Reparti Mobili non doveva essere assicurato il riposo settimanale coincidente con la domenica, almeno due volte ogni cinque settimane? Anche il comma 4 dell’art. 13 ANQ è stato abrogato senza che noi sapessimo nulla?

Direttore, qui non stiamo parlando di mere violazioni contrattuali, non ci rivolgiamo a Lei perché qualcuno si è dimenticato la norma!! Qui stiamo parlando del benessere, ma soprattutto della “salute” di un “corpo” che lei conosce bene, sul quale l’Amministrazione ha molto puntato in termini di risorse e di impegno: la professionalità, l’addestramento e la preparazione che i Reparti Mobili hanno conseguito negli anni sono frutto di un preciso investimento fatto su di loro al fine di renderli veri baluardi della nostra democrazia.

Per non parlare, infine, dei cospicui ritardi nel pagamento degli esuberi, ore di lavoro sudato e faticosamente effettuato da questi uomini, ma che, dall’agosto dello scorso anno, ancora non viene retribuito.

In relazione a quanto sopra esposto, ritenendo ormai di dover fornire una risposta definitiva alle problematiche sopra esposte, al fine di reintegrare al personale dei Reparti Mobili la dignità professionale giustamente acquisita nel tempo, si chiede un incontro urgente con la S.V. nel corso del quale poter meglio trasmettere il disagio che sta vivendo il personale e trovare una soluzione alle problematiche rappresentate.

In attesa di un cortese cenno di riscontro si pongono distinti saluti

La lettera